Evitare truffe e frodi con le nostre valutazioni

Datteri per la perdita di peso

pixel transapente
I datteriI datteri sono il frutto del deserto. Coltivati da 6.000-8.000 anni fin dalle antiche civiltà dell’Eurasia, sono considerati alimenti energetici ideali, in quanto ricchi di sostanze nutritive essenziali per il nostro organismo, che apportano numerosi benefici alla salute. Si dice che bastino da quattro a sei datteri per perdere peso!

È quello che cercheremo di scoprire in questo articolo, svelandovi tutte le virtù di questo antico frutto, soprattutto in relazione alla perdita di peso.

Conosciuto anche come Phoenix dactylifera, l’albero di questo frutto è la palma da dattero, che sopravvive nel deserto. Questo albero è originario del bacino dell’Eufrate. Da allora i datteri si sono diffusi in diversi altri Paesi in cui vengono coltivati, tra cui Egitto, Iran, Arabia Saudita, Pakistan, Tunisia, Marocco e Algeria, oltre che in California (Stati Uniti).

I datteri al microscopio

Questi frutti secchi sono un vero e proprio concentrato energetico di micronutrienti. Sono ricchi di benefici per la salute.
Dati di base :
Calorie: 287 Kcal/100g, Proteine: 1,81 Kcal/100g, Carboidrati: 64,7 Kcal/100g, Grassi: 0,25 Kcal/100g

Vitamina C: 3 mg per 100g, Vitamina B2: 0,075 mg/100g, Vitamina B3: 1,41 mg/100g, Vitamina E: 0,46 mg/100g

Potassio: 696 mg per 100 g, Fosforo: 62 mg per 100 g, Magnesio: 47,3 mg per 100 g, Calcio: 44,9 mg per 100 g.

Manganese: 0,3 mg per 100 g, Ferro: 0,9 mg per 100 g, Zinco: 0,3 mg per 100 g.

Ingredienti come questi avrebbero inevitabilmente un impatto sul nostro benessere se i datteri facessero parte della nostra dieta in modo più regolare. Ora dobbiamo scoprire di più sulle loro virtù.

I datteri, un frutto dai benefici incommensurabili

Sebbene le diete si siano diversificate nel Vicino e Medio Oriente, così come nel Nord Africa, i datteri fanno ancora parte dell’alimentazione di questi popoli, dove quasi il 90% della produzione viene consumata localmente.

dieta-datteriDurante il Ramadan, il mese sacro musulmano, il digiuno dura dall’alba al tramonto. La tradizione, radicata negli insegnamenti religiosi islamici, sottolinea l’affermazione del Profeta: “Se qualcuno di voi è musulmano, deve digiunare dall’alba al tramonto. Se qualcuno di voi vuole rompere il digiuno, lo faccia con i datteri, perché sono una benedizione, e se non ne trova, lo rompa con l’acqua, perché è una purificazione”.. Questo dovrebbe essere osservato da ogni musulmano quando rompe il digiuno: qualche dattero e un po’ d’acqua! Per quanto possa sembrare strano, sarebbe plausibile porsi una domanda sui datteri: cosa c’è di così speciale nei datteri da riempire uno stomaco vuoto?

La maggior parte delle calorie contenute nei datteri proviene dai carboidrati. Il resto proviene da una piccolissima quantità di proteine. Dato il loro elevato contenuto energetico, i datteri possono essere una buona fonte di energia dopo un maggiore sforzo fisico. Contengono inoltre importanti vitamine e minerali, oltre a una notevole quantità di fibre.

Elevato contenuto di fibre in questa frutta secca

I datteri sono ricchi di fibre alimentari. Non potendo essere digerite dall’organismo, le fibre agiscono in tre modi, favorendo la perdita di peso.

In primo luogo, le fibre contribuiscono a rallentare l’assorbimento del cibo nell’intestino crasso, in modo da farvi sentire sazi più a lungo. Inoltre, impedisce un’improvvisa impennata dei livelli di zucchero nel sangue.

In secondo luogo, aiuta a trattenere i grassi, impedendone l’assorbimento.

In terzo luogo, le fibre contribuiscono alla produzione di acidi grassi a catena corta nell’intestino, che sono essenzialmente cibo per i batteri intestinali buoni. Questi batteri intestinali favoriscono la digestione, contribuendo ad aumentare il metabolismo.

Tuttavia, esiste un’ampia gamma di integratori alimentari a base di fibre, tra cui Fibre Select uno dei migliori prodotti detox testati da TP.

Alto contenuto di acidi grassi insaturi

Non tutti i grassi sono cattivi, come gli acidi grassi insaturi contenuti nei datteri. Questi acidi grassi insaturi possono aiutare a ridurre l’infiammazione, che può insorgere per una serie di motivi, come lesioni, gonfiori, malattie, consumo di cibo non sano o stile di vita sedentario. La cattiva notizia è che l’infiammazione è legata all’obesità, alla resistenza all’insulina, al diabete, alle malattie del fegato e altro ancora. Poiché i datteri contengono una buona quantità di acidi grassi insaturi, il loro consumo consente di ridurre l’infiammazione. In breve, si riducono le possibilità di ingrassare.

Buona fonte di proteine

Anche i datteri sono ricchi di proteine, ma sono difficili da digerire e richiedono più tempo per passare attraverso l’intestino crasso. Questo permette all’organismo di sentirsi sazio a lungo. Le proteine possono anche aiutare a costruire e riparare i muscoli.

Ricca di antiossidanti

La frutta secca in generale è ricca di antiossidanti, che aiutano a eliminare i radicali liberi. I datteri forniscono una serie di antiossidanti che hanno una serie di benefici per la salute, tra cui una riduzione del rischio di diverse malattie. Per non parlare del loro valore nella lotta all’invecchiamento cellulare.
Gli antiossidanti proteggono le cellule dai radicali liberi, molecole instabili che possono causare reazioni dannose nell’organismo e portare a malattie.
Rispetto a frutti simili, come fichi e prugne secche, i datteri sembrano avere il più alto contenuto di antiossidanti, tra cui :

Flavonoidi:

Potenti antiossidanti che possono contribuire a ridurre l’infiammazione, il rischio di diabete, il morbo di Alzheimer e alcuni tipi di cancro.

Carotenoidi:

È stato dimostrato che carotenoidi promuovono la salute del cuore e possono anche ridurre il rischio di disturbi oculari.

Acidi fenolici:

Noto per le sue proprietà antinfiammatorie, acido fenolico può contribuire a ridurre il rischio di cancro e di malattie cardiache.

Un dolcificante naturale

I datteri sono un sostituto sano dello zucchero bianco nelle ricette grazie al loro sapore dolce, ai nutrienti, alle fibre e agli antiossidanti. È quindi molto utile includerli nei menu come sostituto dello zucchero.

E ossa sane!

I datteri contengono diversi minerali, tra cui fosforo, potassio, calcio e magnesio. Tutti sono stati studiati per la loro capacità di prevenire disturbi legati alle ossa, come l’osteoporosi.

Attività antidiabetica

Questo dolce naturale può effettivamente aiutare a controllare i livelli di zucchero nel sangue. Gli scienziati hanno scoperto che i flavonoidi, le saponine e i composti fenolici presenti nei datteri possono contribuire a stimolare la produzione di insulina. Se siete diabetici, consultate il vostro medico per sapere se i datteri sono sicuri da mangiare.

Protezione del cuore grazie alle vitamine

Le vitamine presenti nei datteri riducono i livelli di colesterolo LDL nel sangue, prevenendo i problemi cardiaci dell’organismo. La vitamina B6 è nota per migliorare le prestazioni cerebrali. La vitamina E, invece, può ritardare o prevenire le malattie coronariche. Il potassio aiuta a regolare la pressione sanguigna e a ridurre il rischio di ictus.

bobon-naturelSoddisfa la tua voglia di dolce

I datteri sono morbidi, teneri e appiccicosi. Possono fungere da dolcificante naturale, a differenza degli effetti nocivi dello zucchero di canna. Quindi, se avete voglia di qualcosa di dolce dopo un pasto, mettete semplicemente due datteri in bocca e soddisfate la vostra voglia di dolce! In questo modo, potrete nutrire il vostro corpo senza rischiare di aumentare di peso.

Combattere la stanchezzaDatteri per la stanchezza

Grazie a tutti questi nutrienti, i datteri sono ottimi per combattere la stanchezza e rafforzare il sistema immunitario. Mangiando datteri prima dell’inizio dell’inverno, l’organismo si proteggerà meglio dalle aggressioni esterne. Inoltre, forniscono una vera e propria carica di energia, consigliata a chi pratica sport.

Rafforzano le difese immunitarie

Grazie al loro contenuto di ferro, i datteri stimolano la produzione di sangue e rafforzano le difese immunitarie dell’organismo.

Prevenire le allergie

Lo zolfo contenuto nei datteri non solo aiuta a ridurre le reazioni allergiche, ma previene anche le allergie stagionali.

Ridurre il dolore diDatteri per donne incinte parto

Secondo i ricercatori, i datteri sono in grado di ridurre il dolore del parto. Questi sono i risultati di uno studio condotto da un team di ricercatori dell’Università della Giordania. Secondo i lavori e le ricerche condotte, una dieta ricca di datteri aiuterebbe anche a ridurre le emorragie e a migliorare la gestione del post-parto.

Con tutte queste virtù che incoronano i datteri, la domanda ora è:

I datteri possono aiutarci a perdere peso?

I datteri danno una sensazione di sazietà. Essendo ricchi di vitamine, minerali come il selenio, il magnesio e il rame, ecc. i datteri sono un’ottima fonte di energia.

Inoltre, questi frutti carnosi sono abbastanza ricchi di fibre solubili e insolubili, che danno una sensazione di sazietà che impedisce di mangiare troppo. Queste fibre svolgono anche un ruolo fondamentale nella prevenzione della stitichezza, contribuendo a mantenere un sistema digestivo sano, aumentando il metabolismo e le possibilità di perdere peso.

I datteri possono aiutare a perdere peso, sì, ma possono anche far aumentare il peso se se ne mangiano troppi.

Potete quindi mangiare da 4 a 6 datteri al giorno, per soddisfare la vostra voglia di dolce, tenere a bada la fame, aggiungere un alimento sano e nutriente al vostro menu e insaporire i vostri cibi.

A proposito di cibo, vediamo come includere i datteri nella vostra dieta quotidiana.

Come integrare i datteri nella dietadatteri-per-la-perdita-ricettedieta?

Un modo interessante di mangiare i datteri è quello di rimuovere i semi e farcirli con pezzi di noci, mandorle o altra frutta secca a scelta.

  • Aggiungete i datteri tritati a una macedonia o a un dessert.
  • Si possono anche includere i datteri nelle verdure, nei piatti di riso, nel couscous, ecc. Un modo molto comune di consumare i datteri è quello di aggiungerli al latte.
  • Si possono anche aggiungere i datteri allo yogurt. Uno dei modi più diffusi di consumare i datteri è quello di aggiungerli a un bicchiere di latte.
  • Tuttavia, esistono alcune diete a base di datteri e latte per la perdita di peso, nessuna delle quali è stata dimostrata.

Scelta e conservazione

Esistono diverse varietà di datteri in commercio in Europa. Ogni varietà si differenzia dall’altra per consistenza, forma e sapore. Ecco alcune delle migliori:
Deglet nour :
Conosciuto per il suo sapore unico di miele, è originario dell’Algeria e della Tunisia.
Allig:
È una varietà di forma allungata dal sapore dolce, raccolta a novembre.
Medjoul :
È un dattero grande, molto carnoso e generoso, originario della Giordania: uno dei più rinomati per il suo gusto raffinato.
Il kenta :
È il meno dolce di tutti i datteri. È un dattero leggero e dorato.

Integratori dimagranti a base di datteri?

Probabilmente non per domani! Riteniamo che il modo migliore di consumare i datteri sia come frutta fresca conservata. Non pensate ai datteri come a un alimento magico che vi farà perdere chili e chili. Considerateli piuttosto una buona fonte di micronutrienti che vi faranno bene e vi aiuteranno a fare bene.

Per quanto riguarda gli integratori per la perdita di peso, vi invitiamo a prendere in considerazione due prodotti che stanno beneficiando di un’ondata di buoni feedback da parte degli utenti: si tratta di Phen Gold e il suo diretto concorrente PHEN Q


Ultimo aggiornamento 21 Gennaio 2024.